Operazioni in cambi

Operazioni in cambi a pronti

Destinatari: Soggetti privati o aziende che operano con l’estero o che regolano transazioni in divisa diversa dall’euro.

Caratteristiche: Le operazioni in cambi a pronti consistono nell’acquisto o nella vendita di divisa estera contro euro o altra divisa, richieste dalla clientela in qualsiasi momento della giornata in cui la Banca è aperta, di norma al cambio “durante”, cioè al cambio di mercato proposto dalla Banca e accettato dal cliente (cambio concordato).
Garantiscono ai clienti la possibilità di convertire euro in divise estere e viceversa, ad un prezzo di mercato, per poter far fronte a pagamenti o introiti in divisa estera.

Aspetti operativi: Le operazioni a pronti sono regolate con valuta due giorni lavorativi successivi a quella di negoziazione.

Per importi non inferiori al controvalore di USD 30.000,00 il cliente può richiedere alla banca ordini a revoca ad un cambio prefissato. All’esecuzione dell’ordine verrà perfezionata la negoziazione a pronti. 

Operazioni in cambi a termine

Destinatari: Aziende che esportano/importano con regolamento dilazionato in divisa diversa dall’euro.

Caratteristiche: Le operazioni in cambi a termine sono operazioni che permettono di annullare il rischio di cambio su posizioni debitorie o creditorie future espresse in divisa diversa dall’euro, stabilendo il cambio a cui verrà controvalutata la divisa riscossa/pagata ad una data futura.

Alla stipula del contratto sorge per il cliente l’impegno inderogabile ad acquistare/vendere un determinato importo di valuta estera alla data futura ed al cambio stabiliti nel contratto.
Il regolamento dell’operazione è rinviato alla scadenza del contratto.

Aspetti operativi: Il Cambio a Termine è composto dal Cambio spot + punti forward;
il cambio spot è il cambio di mercato, con regolamento 2 gg forex, del momento in cui si chiude  l’operazione;
i punti forward dipendono dal differenziale dei tassi di interesse delle due divise ad una determinata  scadenza.
Il prezzo che ne deriva non è assolutamente frutto di previsioni di mercato.

Per stipulare un contratto a termine è’ necessaria la concessione, da parte della banca, di una specifica  linea di fido, solitamente pari al 15% del valore dell’operazione, al fine di garantire la banca dal rischio di  cambio nel caso in cui la controparte sia inadempiente.
In tale evenienza, infatti, la banca si trova a dover vendere o comprare sul mercato la quantità di divisa  estera necessaria per chiudere l’operazione a termine.

Vantaggi:
Il contratto a termine costituisce una copertura totale del rischio cambio in quanto:

  • Garantisce all’operatore che esporta un prezzo certo a cui sarà venduta la divisa estera che presume di ricevere ad una scadenza futura.
  • Garantisce all’operatore che importa un prezzo certo a cui sarà acquistata la divisa estera che presume di utilizzare ad una scadenza futura.

Rischi:
Se viene a mancare l’esigenza commerciale che ha determinato la stipula del contratto a termine o se non si riceve la divisa a scadenza per insolvenza del debitore estero, la parte contraente è tenuta comunque a onorarlo procedendo a rivendere o riacquistare la divisa estera sul mercato sostenendone il relativo rischio di cambio.
Esiste inoltre la possibilità che l’intermediazione richiesta non possa essere conclusa per cause di forza maggiore o di particolari situazioni economico-politiche (es. rischio paese, chiusura dei mercati finanziari).


  indietro

Note sulla Trasparenza Bancaria: La presente informativa non costituisce sollecitazione al pubblico risparmio, ma unicamente informazione  sul prodotto. La Banca di Credito Coop.di Fano mette a disposizione del pubblico, presso gli sportelli della Banca, i propri Fogli Informativi, il documento attestante le condizioni massime praticate alla propria clientela per le principali operazioni e servizi offerti. I Fogli Informativi sono redatti ai sensi della disciplina sulla trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari ( D.Lgs. n.385/1993 – Testo Unico Bancario – Delibera CICR 4 marzo 2003 – Istruzioni di Vigilanza della Banca d’Italia 29 luglio 2009).


© 2019 Banca di Credito Cooperativo di Fano Soc. Coop. via Flaminia, 346 - 61032 Fano (PU) - tel. 0721.851201 fax 0721.850112
PEC: bcc_fano@legalmail.it.
C.F./P.Iva/R.I. 00131220410 - R.I. di Pesaro - R.E.A. n. 14454 - Patrimonio al 31/12/2017: euro 99.316.379
Iscritta all'Albo delle banche e aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea iscritto all'Albo dei Gruppi Bancari con capogruppo Iccrea Banca S.p.A., che ne esercita la direzione e il coordinamento. Codice ABI 8519.1
Aderente al Fondo di Garanzia dei Depositanti del Credito Cooperativo ed al Fondo Nazionale di Garanzia - web by dagomedia